Cuscino gravidanza: l’aiutante delle mamme

Mi ricordo che quando allattavo mio figlio, e parlo di meno di un anno fa, ho trovato tantissimo conforto nell’utilizzo di un accessorio per le mamme in particolare, che uso ancora oggi, anche se in maniera diversa, il cuscino per allattamento.

Non ero mamma per la prima volta, ma durante la mia prima gravidanza e allattamento non lo avevo utilizzato, e con il secondo invece, ne ho trovato tantissimo sollievo, perché quando allatti, il bambino deve rimanere ben fermo, comodo, e lo tieni appoggiato a te, quindi dopo un po’ senti il peso sulle braccia, perché stai obbligando il muscolo a stare in una posizione non ottimale, e non naturale.

Il cuscino gravidanza invece, ti aiuta a mantenere una posizione giusta, mentre allatti il bambino, permettendoti di non sentire molta fatica, al contrito diventa un lavoro molto piacevole, e puoi permetterti di rilassarti anche, quindi si tratta di migliorare il tuo benessere, ma non solo, anche quello del tuo bambino, perché questi accessori sono creati per fare star bene tu e lui, e devo dire che dopo averlo utilizzato, se decidiamo di avere un altro bambino ne prenderò uno che mi servirà anche durante la gravidanza, con doppia funzione.

Se sei alle presa con la scelta del cuscino allattamento adatto alle tue esigenze, comincio con il parlarti dei materiali di cui è costituito, perché, si fa molta confusione; per prima cosa, una distinzione tra materiali naturali e sintetici, ci sono molti cuscini validissimi e molto comodi anche in poliestere, un materiale che garantisce confort. Dal canto mio, ho preferito andare sul naturale, anche per le federe del cuscino, principalmente perché i bambini hanno una pelle molto delicata, e se mi capita di allattarlo e lui ha solo il pannolino, preferisco appoggiare la sua pelle delicata su una fibra naturale, e sono sicura di tenerlo lontano da eventuali spiacevoli reazioni allergiche.

Quindi i materiali più gettonati sono miglio, pula di farro, cotone organico e poliestere, ripeto non sempre il materiale definisce la qualità del prodotto, la mia scelta è stata fatta in base ad una mia personale visone, quindi tu sei libera di cercare online le varie caratteristiche delle fibre, per farti una tua idea. La forma, altro aspetto importante, la maggioranza sono a forma di U, più o meno, tendono ad avere questa caratteristica, e molto spesso sono dotati di un allacciatura per la vostra totale sicurezza, che ti permette di avvolgere il cuscino gravidanza intorno a te.

Come lo scegli? Il cucino allattamento ti aiuterà a dare da mangiare al piccolo, ma non solo, potrà anche aiutarti a farlo stare comodamente sdraiato; a questo proposito, che ho accennato prima, una bella combinazione il cuscino allattamento e gravidanza, che ti permette di alleviare il peso della pancia mentre dormi, durante la tua gravidanza che può essere usato anche dopo.

Scheda di memoria SD adatta alle tue esigenze

Scheda di memoria SD adatta alle tue esigenze

Sono un fotografo a tempo perso, nel senso che porto sempre con me la mia macchina fotografico, e immortalo quello che mi sembra interessante, vi lascio pensare alla quantità di memoria che utilizzo, e ho dovuto necessariamente comprare una scheda di memoria SD, perché ne ho bisogno per salvare le mie foto senza dovermi preoccupare della memoria interna della macchina fotografica, quindi fare meno fotografie di quante ne voglio.

In realtà, la scheda di memoria SD, può essere utilizzata anche per cellulari, tablet, computer portatili e videocamere, la cosa che ti interessa sapere principalmente è la sua memoria, perché la compri principalmente per questo motivo, per cui ti conviene. Spendere pochino di più, che prenderne una da dover sostituire dopo poco tempo.

Se ti stai affacciando al mondo delle schede SD, per la prima volta, ci sono delle caratteristiche che dovresti considerare, prima di acquistarla, solitamente la tipologia di scheda SD viene definita dalla sua classe,velocità, memoria e la dimensione della scheda.

La classe definisce quanto velocemente la tua scheda riesce a trascrivere la memoria, quindi ci sono modelli di classe 2, 4, 6 e 10, in altre parole si tratta della velocità in MB, quindi classe 4, sara 4MB al secondo; a questo propri sto esistono anche delle schede di memoria SD, molto più veloci in grado anche di trasferire dati arrivando a 312 MB al secondo, e più.

Un’altra caratteristica fondamentale, se non la più importante, consiste nella quantità di memoria che può essere messa all’interno della tua SD, dovresti pensare a cosa la utilizzerai, io ne ho comprata una micro sd 64 gb, ma ne puoi trovare anche molto più spaziose, la memorie si occupa in maniera diversa anche per il tipo di salvataggio che fai dei tuoi dati, per esempio, nel caso delle foto un formato JPEG, può contenerne molte di più rispetto che un formato RAW. Quindi se salvi tutte le tue foto in formato JPEG, sempre meglio perché ti permette di metterne molte di più.

Quale conviene acquistare?

Io ti consiglio, come a mia volta mi è stato saggiamente consigliato, di pensare prima di tutto alla quantità di memoria che pensi possa servirti, e per che utilizzo ne farai, se ti serve per i video, ti conviene per stare anche alla classe, perché altrimenti rischi di aspettare delle ore per trasferimenti di film, se la trasmissione dei dati è troppo lenta, quindi velocità e memoria sono le componenti che fanno la differenza, per la maggiore, perché indicano l’efficienza della tua scheda SD.

Infine, se non sei sicuro, non rischiare di comprarne una con poca memoria, finiresti con doverne comprare un’altra, considerando che la differenza di prezzo non è assolutamente eccessiva, cerca di acquistare almeno una classe maggiore di quella che pensi di aver bisogno.

Come funziona un essiccatore

Come funziona un essiccatore?

Comincio con il parlarvi del metodo, per prima cosa l’essiccazione, come si può dedurre dalla parola stessa riguarda un metodo dopo conservazioni degli alimenti tramite l’assorbimento dell’acqua contenuta negli stessi. Questo metodo risulta molto più efficaci e di qualsiasi altro metodo di conservazione per due motivi più che validi: la durata della conservazione, e il fatto che gli alimenti rimangano intatti e senza batteri.

L’acqua fa molto bene e in realtà crea anche vita, e nel caso si tratta di microorganismi dannosi alla nostra salute, allora tutto un altro discorso, quando si preleva l’acqua contenuta negli elementi si eliminiamo anche queste dannose forme di vita, per cui si tratta di poter constare in tutta sicurezza e in maniera completamente igienica; la durata della conservazione risulta maggiore, e parlo anche di cibo che se essiccato nel modo giusto può stare nella tua dispensa anche fino ad un anno.

Il risultato lo hai nelle tasche, perché butterai meno roba, anzi la trasformerai in cibo essiccato, che non solo mantiene le proprietà nutritive dell’alimento, anche il suo, per cui una mela essiccata sa di mela, anzi forse percepirai di più il suo gusto. Spero sia chiara la necessità di essiccare il cibo, non ci sono paragoni con un freezer sicuramente, che fa perdere sostanze nutritive e gusto; e neanche con il sottovuoto perché si parla di una durata decisamente maggiore di conservazione.

Parlando invece di modelli che propone il mercato, esistono principalmente due essiccatori diversi, uno orizzontale e l’altro verticale, funzionano in maniera diversa, e quelli orizzontali sono più o meno arrivati recentemente nelle nostre case,me si stanno facendo strada perché viene suggerito che il metodo di essiccativa orizzontale sia più incisivo, uniforme e completo rispetto ai modelli verticali. Questo si verifica soprattutto quando ci sono dei cestelli pieni, e quello verticali fatica a raggiungere in maniera uniforme quelli più in alto, ma se non hai grandi esigenze, anche il modello verticale, si può adattare facilmente ai tuoi bisogni.

Essiccatore: naturale ed ecologico

Funzionando emanando aria, che asciuga il cibo, essiccatore per alimenti rappresenta la maniera più naturale in assoluto di conservare; non serve nessun agente chimico, non bisogna alterare la temperatura del cibo, che non fa mai bene, e rischia di fargli sempre perdere qualche vitamina in più, non devi metterlo a contatto con sacchetti, come il sottovuoto. Ti basterà riempire i cestelli degli alimenti che vuoi essiccare, e anche qua non ci sono limiti, nel senso che ti sarà possibile essiccare qualsiasi cosa, funghi, carne, pesce, frutta e verdura;

Ad operazione completata, dovrai solo aspettare qualche minuti e cominciare a riporre ciò che hai essiccato in qualche barattolo,me via nella dispensa. Come conseguenza, avrai la dispensa piena di leccornie da mangiare quando vuoi, e da poter aggiungere in modo semplice e veloce alle tue pietanze; quindi anche un vantaggio economici, e te ne renderai conto nel tempo; infine, l’essiccatore lavora con pochissima energia, quindi viva il risparmio energetico!

denti puliti come mai prima d'ora

Spazzolino elettrico: denti puliti come mai prima d’ora!

Devo assicurarmi di avere sempre un sorriso perfetto, lavoro alla reception di un hotel, e devo parlare sempre con i clienti per cui per me è molto importante che il mio alito sia buono e anche non abbia nulla di appiccicato sui denti, dopo pranzo o cena, per cui prendo sempre con me il mio spazzolino elettrico, che mi consente una pulizia veloce e profonda dei denti, tutto questo perfettamente a portata di borsa, non pesa neanche, una vera comodità. In realtà, si tratta di una rivoluzione domestica nel campo del l’igiene dentale, che ha cominciato a farsi largo nei bagni della popolazione meno di 50 anni fa, e oggi ha sicuramente migliorato sia le prestazioni che il suo design.

Sto parlando dello spazzolino elettrico, che previene carie, aiutando a mantenere denti e gengive sane. Gli spazzolini elettrici che puoi trovare oggi in commercio sono moltissimi, e diversi per setola, testine, accessori, velocità e stile; mentre le parti che lo costituiscono sono solo due: la testina( intercambiabili) e il corpo (con il motore); il motore permette alla testina di vibrare a velocità diverse, puoi trovare modelli con batteria ricaricabile, e altri con batteria da cambiare e che puoi mettere tu una volta che finisce.

Senza il motore lo spazzolino non sarebbe elettrico quindi si tratta della parte fondamentale,e orche permette il movimento oscillante o rotante, che permette alle setole di penetrare nei denti, assicurando una igiene dentale completa. Generalmente, il motore, la sua potenza, determina anche l’efficienza dello spazzolino elettrico quindi il suo costo, perché generalmente più velocità ci sono più oscillazioni compie lo spazzolino e questo ti consente di lavare meglio i tuoi denti, solitamente uno spazzolino di media potenza riesce ad emettere più o meno 5000 oscillazioni al minuti, mentre quelli super professionali anche le 9000 e più.

E quanti accessori

La maggioranza degli spazzolini elettrici presenti sul mercato oggi hanno combinazione particolare, ce ne sono alcuni che hanno anche un idrogetto, che viene molto spesso usato al posto del filo interdentale, soprattutto per chi ha problemi di gengiviti, o gengive particolarmente sensibili. Inoltre gli spazzolini elettrici vengono venduti con setole intercambiabili, oppure nuove setole da poter utilizzare, una volta ave usurato quelle vecchie.

Esiste la stessa differenza che c’è con gli spazzolini normali, potrei trovare setole con forme diverse, e dure, medie o morbide. L’utilizzo dello spazzolino elettrico, anche grazie alle sue oscillazioni, ti permette una pulizia dentale, ben diversa rispetto a quella dello spazzolino tradizionale, e quest’ultimo viene spesso usato male, causando anche il sanguina nero delle gengive; lo spazzolino elettrico invece ti permette di concentrarti sulla superficie del dente, senza preoccuparti di quello che c’è attorno, perché farà tutto lui, dovrai solo seguire la forma della tua arcata dentale.

Quanto costa l’università?

Sono all’ultimo anno di liceo, e quasi sicuramente voglio continuare miei studi con l’Università. Non sono ancora ben sicuro se cominciare a studiare per moda, Interior design, oppure all’accademia di belle arti. Mia madre studiò all’accademia di belle arti, e si specializzò in pittura, io, da mio canto, amo la scultura, e credo proprio che da questo punto di vista l’accademia di belle arti potrebbe rappresentare un’opzione intelligente e molto utile.

Rimane sempre il grande problema di cosa farai dopo, per il 90% probabilmente delle persone che studia nell’Accademia, diventa insegnante di arte, non che questo mi dispiaccia, ma probabilmente la scelta migliore consiste nel conoscere le altre opzioni in a campo artistico, in caso mi rendo conto che c’è qualcosa che posso fare maniera diversa sempre nel campo dell’arte.

Dato che mi piacciono molto le case, e il modo di arredarle ho pensato ad un corso da interior designer, che mi potrebbe aiutare ad entrare nel mondo del lavoro più efficacemente. Sono già alcuni mesi che cerco università e accademie, per riuscire a fare la scelta migliore, e mi sono reso conto che in effetti gli studi accademici italiani sono davvero ottimi. Ho pensato di andare all’estero, ma poi mi sono reso conto del costo spropositato delle università nel Regno Unito, che fino a qualche anno fa non era così.

Da questo punto di vita l’Italia sembra davvero più onesta, la retta universitaria non si avvicina neanche lontanamente a quella del governo inglese, e sinceramente devo ancora capire come una stato tanto democratico per certi fronti, apre una voragine abissale per i giovani. Probabilmente ti aiutano molto, ma non vedo il motivo di fare pagare migliaia di sterline se si tratta di una università pubblica. In Italia esiste una grandissima differenza, e le università private costano cifre consistenti, mentre quelle pubbliche sono decisamente abbordabili, e puoi pagarle anche al mese.

La rivoluzione degli studenti inglesi

Ecco perché ho visto migliaia di studenti protestare nelle piazze del parlamento, tutto risale all’aumento della retta, che determina un debito per i ragazzi avranno ancor prima di finire gli studi. Sono sempre stato molto affascinato dal Regno Unito, e credo che probabilmente riuscire a studiare li sia davvero una gran fortuna da certi punti di vista, dall’altro canto le università italiane sono riconosciute in tutto il mondo per la qualità accademica, anche perché i nostri licei sono davvero impegnativi, e molte molte studi argomenti universitari.

Mio cugino, mi ha sempre raccontato, che il primo e metà del secondo anno universitario, ha vissuto di rendita, grazie a quello che ha studiato al liceo. Credo che continuerò con la mia ricerca, ora manca meno di un mese alla mia scelta, ma credo proprio di rimanere in Italia.